PROGETTI - www.ilvolodellagabbianella.org

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROGETTI

I principali progetti realizzati dal 2006

  • 1. Giugno 2007: progetto “Fiabando”. I minori accolti nella casa famiglia “La Gabbianella” hanno sviluppato un percorso psicologico, realizzato interamente dai nostri volontari con l’aiuto di una psicologa e di un’educatrice infantile, studiato apposta per alleviare loro trauma, ansie e paure generate dal distacco forzato dalla loro famiglia di origine.

  • 2. Settembre 2007: stipulata una convenzione con l’Università degli Studi di Padova per la formazione e l’orientamento di tirocinanti presso la nostra associazione. Nel novembre 2007 la  prima studentessa, una laureanda in psicologia, ha iniziato la collaborazione con la casa famiglia “La Gabbianella”, nel giugno 2011 inizia la seconda tirocinante a “Il Melograno”.

  • 3. Aprile 2008. Progetto “Viola e Camilla”, interamente realizzato dai nostri volontari. Destinato a promuovere l’affido familiare a partire dai bambini delle elementari, è stato proposto con successo nelle scuole di Alassio, Albenga, Andora, Laigueglia e Stellanello e successivamente ai loro genitori.

  • 4. Aprile 2008. Una nostra rappresentante ha partecipato, insieme a quelli di altre cinque associazioni in tutta la provincia, a un viaggio di formazione a Bruxelles presso gli Uffici dell’Unione Europea. Ha incontrato i funzionari che si occupano di Affari Sociali che hanno spiegato loro i meccanismi di partecipazione ai bandi europei. Nell’ottobre 2008 un nostro volontario ha preso parte a Volunteurope 2008, incontro annuale tra associazioni di volontariato provenienti da tutta Europa per lo sviluppo di partnership internazionali e scambio di buone pratiche.

  • 5. Ottobre 2008. L’associazione ha iniziato un progetto di sostegno a favore di una donna extracomunitaria sola con tre figli a carico. Dapprima le abbiamo offerto un lavoro in regola, poi una casa in affitto e aiuti materiali (mobili, alimentari, vestiario). Nel 2010 l’abbiamo aiutata a conseguire la patente B e poi le abbiamo trovato una piccola auto di seconda mano: il nostro obiettivo è renderla completamente autonoma.

  • 6. Gennaio 2009. Grazie a una convenzione con la Fondazione Banco Alimentare, Il Volo della Gabbianella ha iniziato un progetto di sostegno alle famiglie in difficoltà attraverso la distribuzione di aiuti alimentari di prima necessità. Ad oggi aiutiamo ogni mese quasi 70 persone che vivono a Laigueglia, Garlenda, Villanova, Ortovero e Cisano sul Neva.

  • 7. Grazie all’impegno della nostra associazione, in collaborazione con il consultorio di Albenga, dal 2009 è stato attivato un gruppo di auto mutuo aiuto per famiglie affidatarie. Si tratta di un incontro mensile, mediato da uno psicologo, tra famiglie che hanno minori in affido con lo scopo di mettere in rete le esperienze comuni delle singole coppie, oltre che di avvicinare a questa realtà nuove coppie interessate.

  • 8. Ottobre 2009: progetto “Fare accoglienza”. Alcune associazioni dell’area albenganese che si occupano di integrazione a vari livelli realizzano una serie di attività per sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’accoglienza. Il Volo della Gabbianella ha portato nei teatri Ambra di Albenga e Gassman di Borgio V. uno spettacolo teatrale sull’affido tra settembre e ottobre del 2010.

  • 9. Novembre 2009. Esce il primo numero del giornalino associativo “Notizie d..al Volo!”: il nuovo strumento di informazione de Il Volo della Gabbianella. Realizzato grazie all’impegno dei nostri volontari, viene distribuito in quasi 2000 copie nell’estremo ponente savonese, oltre che in versione on-line a tutti gli amici dell’associazione. Finora ne sono stati realizzati sei numeri.

  • 10. Dicembre 2009. Dopo anni di ricerca abbiamo individuato una seconda coppia disposta a intraprendere un percorso di accoglienza. A Cisano sul Neva apre la seconda casa famiglia affiliata a Il Volo della Gabbianella ONLUS denominata “Il Melograno”. La coppia di volontari  da gennaio’10 ad oggi ha accolto 6 minori, oltre ai 3 che già aveva in affidamento in precedenza.

  • 11. Agosto 2010. E’ stato aperto il nuovo sito associativo, www.ilvolodellagabbianella.org, completamente rinnovato rispetto alla prima edizione, in cui si possono trovare tutte le informazioni sull’associazione, sulle case famiglia, sull’affido familiare, oltre che tutti i modi  per sostenere le nostre attività.

  • 12. Maggio 2011. Due nuove case famiglia (non professionali) entrano a far parte della nostra associazione: “La casa dell’Emanuele” di Borgio Verezzi e “Casabea” di Stella San Giovanni. Mentre la prima non ha ancora accolto minori dopo l'affiliazione, la seconda (che nel frattempo è diventata professionale) ha finora ospitato 7 tra bambini e ragazzi.

  • 13. Settembre 2011. L'associazione apre “Casa Chiara”, una struttura dedicata ai "progetti per l'autonomia". Essi sono rivolti a ragazze neo-maggiorenni provenienti da una realtà residenziale impegnate in un percorso di crescita che le porti ad acquisire le competenze necessarie per fronteggiare con successo le più svariate richieste della vita quotidiana. In collaborazione coi Servizi invianti, viene condiviso un progetto personalizzato per ciascuna ospite che è seguita nel percorso verso l’autonomia dall’equipe formata da: coordinatrice, psicologa e educatrice della struttura, “Casa Chiara”, che ospita le ragazze.

  • 14. Ottobre 2011. Parte il progetto “Teatralmente”, finanziato dal Ce.Sa.Vo. I minori ospiti delle due case famiglia ingaune creano, con un operatore professionale e un’educatrice e sotto la supervisione della psicologa dell’associazione, un laboratorio teatrale in cui esplorano il loro disagio mediante la rappresentazione in scena. Ad aprile 2012 tutto il materiale si è trasformato in 2 spettacoli che sono andati in scena sul palcoscenico del teatro Casone di Ortovero davanti a oltre 100 spettatori.  

  • 15. Dicembre 2011. Finalmente viene pubblicato, dopo quasi due anni di lavoro, il libro “Parole dal cuore”, raccolta di poesie, disegni, fotografie, dialoghi, sul tema dell’infanzia. Gli autori sono amici della nostra associazione che abitano in città anche lontane tra loro e mai si sono incontrati tutti insieme; inoltre nessuno ha imposto loro lo stile o il registro né la modalità di espressione. Semplicemente ognuno di essi ha affrontato il tema dell’infanzia seguendo la propria creatività e ascoltando il proprio “cuore”, come suggerisce il titolo. Il volume è stato messo in vendita per finanziare i progetti attivi de Il Volo della Gabbianella ONLUS.

  • 16. Maggio 2012. Nascono i "WE FLY", band formata da 3 adolescenti ospiti della casa famiglia "La Gabbianella" appassionati di musica e canto. Dopo i primi passi come solisti in diverse edizioni del festival "Lo zucchino d'oro" e qualche lezione di musica, decidono di suonare insieme: uno alla batteria, uno al basso e uno alla chitarra. A luglio 2012 si esibiscono per la prima volta davanti al pubblico e da lì in poi non perdono mai l'occasione di mettersi in mostra sul palco in diversi eventi musicali locali riscuotendo un successo crescente.

  • 17.  Novembre 2012. Parte il progetto "Musica Educa", finanziato dal Ce.Sa.Vo. Si tratta di un percorso di sostegno psicologico di un gruppo di minori ospiti delle nostre strutture mediante l'educazione musicale. Corsi individuali di suono degli strumenti e sessioni musicali di gruppo mediate da uno psicologo permettono loro di entrare in contatto con la propria emotività e proseguire nel percorso di conoscenza di sé.

  • 18.  Giugno 2013. Viene inaugurata presso la sede dell'associazione una sala prove musicale completamente attrezzata e insonorizzata che è stata finanziata attraverso le risorse raccolte per buona parte del 2012 grazie a numerosi partner privati. E' l'ultima tappa di un percorso di sostegno della crescita dei ragazzi accolti attraverso l'educazione musicale e il suono di strumenti.     

Da giugno 2006 ad oggi le nostre case famiglia hanno accolto e sostenuto quasi 30 minori, di cui più della metà con progetti a lungo termine. Attualmente le cinque strutture accolgono quindici tra bambini e ragazzi, oltre a quelli affidati alle singole coppie.

Ortovero, luglio 2013


 
Torna ai contenuti | Torna al menu